Cremona, centri estivi per bimbi con disabilità del neurosviluppo

Cremona. Il progetto per un centro estivo rivolto a bambini con disabilità del neurosviluppo nasce dall’associazione Occhi Azzurri Onlus e dall’animo di due meravigliosi genitori con la volontà di ampliare il percorso di assistenza specialistica alla crescita del proprio figlio Orlando a favore di altre famiglie, perché possano beneficiare delle attività abilitative e ludiche in programma per la prossima estate. Le iscrizioni sono già aperte.

 

Il progetto del centro estivo è nato dopo un solo anno dalla fondazione dell’associazione Occhi Azzurri, dopo il buon esito di alcune iniziative e dopo aver ascoltato i bisogni del territorio con la volontà di cercare risposte concrete, di cui la più immediata è dare continuità al percorso abilitativo nel periodo estivo che solitamente vede una sospensione delle attività affini alle patologie.

Il periodo scelto è dal 16 luglio al 10 agosto, con frequenza settimanale e giornate a tempo pieno dalle 8 alle 17, salvo orario concordato con le famiglie per le varie esigenze.

La sede è un luogo delizioso: la scuola dell’infanzia S. Abbondio, nel cuore di Cremona, resa disponibile dalla cooperativa sociale Cosper. Ristrutturata di recente, è stata pensata per rispondere alle esigenze educative degli anni di crescita dell’infanzia, con ambienti accoglienti e climatizzati, attrezzati per le varie attività sia di apprendimento che ludiche, con adiacente un ampio giardino.

E’ altresì un luogo protetto dal punto di vista fisico, ma di ampio respiro di partecipazione per le finalità del progetto e per la filosofia dell’associazione Occhi Azzurri.

Durante le giornate i bambini saranno seguiti tutto il giorno da personale altamente qualificato, insegnati ed educatori che, sulla base dei bisogni, seguiranno preventivamente una formazione specifica e specialistica, erogata dal prof. Serafino Corti direttore del dipartimento di disabilità dell’istituto Ospedaliero di Sospiro e docente di Psicologia delle Disabilità all’università Cattolica di Brescia. Saranno affiancati da terapisti che seguiranno le attività educative: musicoterapia, idrokinesi, arteterapia, altre varie attività ludiche e abilitative. Alcuni volontari si prenderanno cura del servizio di ristorazione, pulizia dei locali e del trasporto.

Insomma un progetto pensato a tutto tondo per essere di aiuto ai bimbi dai 3 agli 8 anni, per una esperienza di crescita concreta e proficua per le famiglie, e non per ultimo, un mezzo per mettere in connessione, a vario titolo, i soggetti coinvolti e le problematiche scaturenti dalla disabilità infantile.

Detto ciò l’associazione ha deciso, dopo una attenta valutazione, di coprire le spese del progetto. Il “Centro Estivo Occhi Azzurri 2018” sarà per le famiglie completamente gratuito. La copertura è stata resa possibile dalla raccolta fondi derivante dalle attività dell’associazione e dalla volontà dei suoi fondatori. Questo non inficia assolutamente l’alto livello degli operatori coinvolti, la qualità e il valore delle attività in programma.

Le attività previste saranno progettate e coordinate settimanalmente sulla base dei bambini presenti, delle loro esigenze e del tempo di frequenza.

Prevedono:

  • Accoglienza mattutina
  • attività di gruppo e individualizzate
  • spuntimo a metà mattino
  • idrokinesi, musocoterapia, arteterapia…
  • pasto personalizzato in base alle esigenza
  • riposo pomeridiano o attività di gruppo
  • fine giornata e ritorno alla famiglia

Per quest’anno il “Centro Estivo Occhi Azzurri 2018” è stato pensato e orientato verso i bambini con disabilità del neurosviluppo e autismo, con l’intento di allargare ad altre disabilità nei prossimi anni. Per il primo anno il centro estivo fungerà da progetto pilota per potere crescere nel tempo in esperienza e per ampliare successivamente le proposte sul territorio.

Già da ora le famiglie possono esprimere una dichiarazione di interesse o passare all’iscrizione per il “Centro Estivo Occhi Azzurri 2018” non vincolante. Dopo l’iscrizione farà seguito un colloquio per l’analisi del bisogno e la conseguente definizione degli operatori, della loro formazione e delle attività, calibrate sulle varie esigente formative dei bambini.

Occhi Azzuri Onlus è un’organizzazione di volontariato nata dall’esigenza di una famiglia di affrontare una patologia genetica rara di cui è affetto Orlando, loro figlio. Nelle finalità ci sono l’aiuto ai bambini con patologia affine, la raccolta fondi per la ricerca, eventi per il sostegno alle famiglie e il fare rete con i vari soggetti per realizzare progetti di crescita ed inclusione sociale dei bambini affetti da patologie rare.

Valerio Gardoni - Popolis

Contatti

Email: info@occhiazzurrionlus.org

Sede operativa:
Via Cappelletti 3 - 26100 Cremona (CR)
Tel.: +39 0372 178 6698

Presidente: Filippo
Tel.: +39 366 564 5847

Vicepresidente: Silvia
Tel.: +39 328 875 8435